Gioco dei tappi

Gioco dei tappi - foto di Billy Alexander
[ foto di Billy Alexander ]
Questo è un gioco semplice di improvvisazione e fantasia praticato tramite l'uso dei comuni tappi metallici con cui vengono chiuse le bottiglie di birra acqua o altre bibite. Con essi si possono inventare diverse varianti di gioco.

Giocatori

I giochi con i tappi vengono svolti in minimo due persone. Non c'è limite in esubero e possono sussistere gare in modalità singola o in squadre.

Strumenti

Indispensabili sono i tappi di metallo delle bottiglie di bevane comuni. Questi tappi possono essere personalizzati incollando nella parte interna o esterna figure di calciatori o personaggi famosi.

Regole

Con i tappi si possono creare diverse varianti di gioco come accade per le biglie.Essi possono essere usati in una gara di tiro; ovvero posizionando il tappo di schiena tirarlo con il movimento a molla delle dita (come il lancio della biglia) e vedere la distanza da esso raggiunta. Alla fine della partita vince chi ha raggiunto la distanza massima e come premio riceverà i tappi degli avversari.Un'altra variante è il cercare di colpire il tappo dell'avversario con un tiro calibrato e perfetto che deve raggiungere il tappo del rivale stando però attenti a nostra volta a non venire colpiti da un altro giocatore.Le partite con i tappi sono invece riproduzioni di mini campi da calcio, con porte annesse, dove i giocatori si sfideranno come nel subbuteo tirando i proprio tappi e cercando di fare goal.Esiste poi l'alternativa di costruire delle piste sul terreno e far gareggiare i tappi colpendoli con le dita e cercando di raggiungere il traguardo prima degli avversari.Insomma con i tappi si possono inventare molte alternative di gioco usando la fantasia e l'abilità.

Scopo

Lo scopo del gioco dei tappi è diverso per ognuna delle varianti scelte. In generale può essere riassunto con il cercare di segnare maggiori goal degli avversario o arrivare prima di essi nei giochi a inseguimento su pista.

Storia

Il gioco dei tappi ha un'origine strettamente italiana risalente al secondo dopoguerra quando iniziarono a diffondersi i tappi di metallo sulle bottiglie.