Cotecchio

Cotecchio
Cotecchio è un gioco di matrice regionale (ogni regione ha la sua variante) molto simile al tressette.

Giocatori

Si gioca solitamente in quattro persone.

Mazzo

Si usa un comune mazzo italiano da 40 carte.

Regole

All'inizio del gioco il mazziere distribuisce dieci carte a testa in due gruppi di cinque, in senso antiorario. Nella prima mano gioca chi è in possesso del cinque di denari (ovviamente non è obbligato nè a giocarlo di prima mano nè a mostrarlo). Nella mani successive è mazziere chi ha segnato una busca (presa) o più busche. Le busche vengono assegnate nei seguenti modi:
  • quando tutti hanno fatto almeno una presa, e i punti presi da ciascuno ammontano a totali diversi, chi ha totalizzato più punti prende la busca cioè marca uno o più segni a proprio svantaggio sulla propria croce di punteggio.
  • quando tutti hanno fatto almeno una presa, e i punti presi da due giocatori ammontano a totali uguali da 9 in su marcano due busche ciascuno fino a 14 punti, 4 busche se hanno fatto tutti e due 15 punti a testa. Gli altri due giocatori invece non segnano nulla.
  • quando tutti hanno fatto almeno una presa, e i punti presi da 3 giocatori ammontano a totali uguali da 9 in su marcano 3 busche a testa. Il quarto giocatore non marca nulla.
  • quando un giocatore non ha fatto nemmeno una presa deve segnare una busca a suo sfavore.
I vincitori devono essere due partecipanti quindi sono necessari due perdenti. Ne consegue che chi ha segnato dieci o più busche è nominalmente il primo perdente. Ma la partita prosegue, sempre giocando in quattro, fino a che un secondo giocatore non abbia raggiunto o superato la soglia delle dieci busche. Prima di arrivare a questo risultato è possibile che si debbano svolgere una, due o più smazzate. Qui se il cosi detto primo perdente riesce a non spostarsi dal livello delle dieci busche, le sorti della partita possono capovolgersi. Tramite un gioco di strategia e accordi può avvenire che il primo perdente riesca a stabile una tacita e rischiosa intesa con chi è più lontano dalla soglia delle dieci busche così da incastrare ed eliminare gli altri due. Come nel tressette è d'obbligo rispondere al seme messo in gioco, altrimenti si può essere esclusi dal gioco.

Punteggio

Il valore di punteggio è pari a quello del tresette ma moltiplicato per 3: l'asso vale 3 punti; due, tre, re, cavallo e fante valgono un punto. Le carte rimanenti valgono zero punti. L'ultima mano vale 3 punti, pertanto il valore totale dei punti in gioco in ogni mano è 35. I punti vengono riportati su una grande croce disegnata su di un foglio di carta a matita. Alla fine di ogni smazzata si riporta sul braccio di essa il numero di busche ottenute. Ogni gruppo di 5 busche è serrato in quadrato.

Scopo

Lo scopo del gioco è quello di non prendere, ma si ha l'obbligo di rispondere al segno giocato, pena l'assegnazione di un punto