Cispa

cispa
Cispa è un gioco molto popolare nelle Marche ed in varie altre zone dell'Italia centrale. Prende il nome dal Ci(nque) (di) Spa(de), la carta di più alto valore.

Giocatori

Da 2 a 6 singoli oppure in 4 a coppie.

Mazzo

Un mazzo di carte spagnole.

Regole

Si gioca con 5 carte in mano. La prima fase è quella di apertura, in cui, sommando il valore di tutte le proprie carte, bisogna avere in mano almeno 30 punti. Il giocatore che apre guadagna i punti di differenza tra il punteggio avversario e 30; se anche l'avversario può aprire, quello che ha il punteggio più alto guadagna un punto. Se nessuno può aprire, a turno si pesca una carta dal mazzo e se ne scarta una già in possesso, finchè non è possibile un'apertura.La seconda fase, detta appunto Cispa, consiste nell'effettuare delle prese seguendo i seguenti ordini descrescenti di importanza dei semi: Coppe, Denari, Bastoni, Spade e secondo la seguente scala decrescente dei valori:
  • Cinque di Spade
  • Assi
  • Re
  • Cavalli
  • Fanti
  • Carte dal 7 al 2 in scala
Quindi, ad esempio, l'asso di coppe vale più di quello di denari.

Punteggio

Il giocatore o la squadra che fa più prese guadagna 2 punti. Se tra le prese ci sono uno o più Assi si ha diritto a 2 punti aggiuntivi per Asso. Se c'è il Cinque di Spade si guadagnano 5 punti aggiuntivi.

Scopo

Totalizzare per primo 35 punti.

Storia

Secondo un'ipotesi questo gioco sarebbe nato a Porto San Giorgio, secondo un'altra nel pesarese.