Briscola

Briscola

 Altri giochi in Carte - Italiani

La briscola è un gioco di carte molto diffuso su tutto il territorio Italiano.  Essa possiede un elevato numero di varianti a seconda della regione in cui viene giocata. Resta comunque un gioco molto divertente praticato sopratutto dai gruppi di persone anziane all’interno dei bar ma anche dai più giovani.

Giocatori

A questo gioco si può giocare in due, a coppie di due, tre oppure in quattro (due coppie) o in sei (due squadre da tre giocatori ognuna).

Mazzo

Si usa un mazzo da 40 carte eliminando i jolly.

Regole

Il mazziere,una volta che i giocatori si sono disposti intorno al tavolo da gioco, distribuisce tre carte ciascuno, lasciando poi una carta, coperta in parte dal mazzo, al centro del tavolo.

Partendo dal giocatore posto a destra del mazziere ogni giocatore scarterà la carta che riterrà più opportuna con lo scopo di aggiudicarsi la mano o totalizzare il maggior numero di punti.

Egli non sarà costretto a gettare una carta dello stesso seme di quella già scoperta nel tavolo.

Ad aggiudicarsi la mano sarà o il primo giocatore che determina il seme di mano calando la carta (detta carta dominate), o un altro giocatore che scarta una carta del seme di mano con valore maggiore oppure giocando una qualsiasi carta del seme di briscola, anche con valore di presa inferiore rispetto alla carta dominante.

Vince chi cala la carta di briscola dal valore di presa maggiore o da chi cala una carta del seme di mano con presa maggiore. Se nessuno riesce a rispondere alla prima carta dominante del primo giocatore sarà costui ad aggiudicarsi la mano.

Il seme di mano può anche in rari casi coincidere con quello di briscola. In questa eccezione vince colui che ha giocato la briscola maggiore.

Chi si aggiudica la mano prende tutte le carte e le dispone davanti a sé coperte, poi sarà il primo a ridistribuire le carte per una nuova mano.

La partita procede fino all’esaurimento delle carte del mazzo momento in cui ha inizio l’ultima mano che è quella più importante.

In quest’ultima fase sono spesso presenti le carte dal valore più elevato e quindi data l’importanza della giocata,da cui dipende l’esito del gioco,vengono introdotte regole come il non parlare o scambiarsi le carte tra compagni di squadra.

Vince la partita colui o la coppia che realizza il maggior punteggio sommando i punti di ogni carta presa durante il gioco. Una partita è vinta se il giocatore o la coppia o la squadra ottengono almeno 61: se si ottiene 60 la partita è patta.

Punteggio

In ogni gioco sono disponibili 120 punti. Per vincere bisogna totalizzarne un minimo di 61, se si arriva a 60 punti la partita termina in pareggio. I valori di presa sono nell’ordine decrescente:

  • asso 11 punti
  • tre 10 punti
  • re 4 punti
  • cavallo 3 punti
  • fante 2 punti

Scopo

Lo scopo del gioco è raggiungere almeno i 61 punti (effettuando un numero maggiore di prese rispetto agli avversari) per aggiudicarsi la vittoria.

Storia

La Briscola ha origini nell’Olanda di fine 500. Il gioco è arrivato in Italia grazie ai francesi ma i mutamenti effettuati alle sue regole da parte degli italici sono così radicati che può essere quindi considerato un gioco prettamente Italiano.