Briscola a chiamata semplice

Briscola
La briscola a chiamata semplice è una delle tante varianti che sono nate dalla briscola classica. Si chiama in questo modo perché le squadre non sono prestabilite.

Giocatori

Si gioca solitamente in 5 ( tre giocatori contro due).

Mazzo

Si utilizza il mazzo da 40 carte esclusi i jolly come nella briscola classica.

Regole

All'inizio della partita si distribuiscono tutte le 40 carte del mazzo senza determinare le squadre. Ogni giocatore entra quindi in possesso di 8 carte e non si scopre nessuna carta di briscola sul tavolo. Il primo giocatore chiede mazziere (nel gergo chiama) una carta da aggiungere alla propria mano specificando il valore ma non il seme. In questo modo si impegna a raggiungere per quella mano, in coppia con colui che detiene la carta di rinforzo, i 61 punti. Se gli altri giocatori a turno non posseggono la carta in questione passeranno la mano al giocatore successivo fino alla fine del giro. All'inizio di un nuovo giro sarà il giocatore dopo al primo a chiamare la carta, come avvenuto in precedenza, ma facendo attenzione che la carta chiamata sia di valore inferiore alla precedente, poi l'operazione sarà ripetuta in maniera identica a prima. Quando tutti hanno passato o se un giocatore ha chiamato il due il primo giocatore che ha chiamato la briscola rivelerà il seme (ad esempio se si era chiamato un sette rivelerà che era di fiori) e la briscola sarà così fiori. Una possibilità è la chiamata solo questa chiamata interrompe la dichiarazione: il dichiarante si impegna a raggiungere almeno 61 punti da solo e la mano verrà giocata senza briscola. In alcune varianti del gioco la chiamata avviene diversamente
  • se si gioca con la chiamata buia il seme di briscola viene reso noto solo alla fine della prima mano.
  • se invece si pratica la chiamata a punti la dichiarazione riguarda solo il punteggio da raggiungere per vincere; la carta e il seme che andranno a determinare squadre e briscola saranno dichiarati solo all'inizio dalla smazzata.
Chi possiede la carta scelta giocherà come compagno del dichiarante (chiamato anche amico del giaguaro o socio), generalmente senza rivelare la propria identità fino al momento in cui la carta chiamata viene giocata. Al termine delle mani si contano i punteggi delle carte del socio e del dichiarante che vincono se hanno rispettato il contratto. Se il dichiarante e il suo compagno hanno vinto, segnano rispettivamente +2 e +1 punti, mentre gli altri segnano -1 punti. In caso di sconfitta il chiamante segna -2, il socio -1 e gli avversari +1.

Punteggio

Ci si impegna a raggiungere un minimo di 61 punti per aggiudicarsi la partita.

Scopo

Lo scopo è raggiungere il punteggio che si è dichiarato arrivando poi alla somma di 61 punti.

Storia

La briscola a chiamata semplice è nata come variante della briscola classica nelle regioni del sud Italia.