Trottola

Trottola - foto di ledomira
[ foto di ledomira ]
La trottola è un giocattolo meccanico di latta o plastica vivacemente colorato che è stato nel passato il gioco prediletto dai bambini. Oggi è caduto un po' in disuso ma trova grande successo tra i collezionisti che collezionano le numerose varianti di trottole, recenti o passate, che si trovano sul mercato.

Giocatori

A trottola si gioca singolarmente o ci si sfida uno contro uno o uno contro tutti.

Strumenti

La trottola, creata con latta o plastica e colorata a vernice, è formata da una manopola collegata ad un'asta di metallo che permette di imprimere alla trottola un movimento circolare che la porta ad aggirarsi sulla superficie su cui è poggiata (possibilmente liscia e dritta) emettendo suoni o formando spirali di colori molto suggestivi alla vista. Oggi sul mercato esistono versioni di trottole colorate con luci e suoni mentre nel passato erano spesso di legno grezzo.

Regole

Le trottole del passato erano costituite prevalentemente in legno e funzionavano tramite una corda che veniva attorcigliata intorno all'asta metallica per poi venire rilasciata con forza. Questo gesto generava il movimento rotatorio della trottola. Oltre a farla girare i bambini giocavano anche mandando la propria a colpire la trottola degli avversari per danneggiarla e farla finire fuori gara. Un'altra variante di abilità consiste nel riuscire a far girare la trottola sul palmo della mano bene aperto.

Scopo

Lo scopo del gioco della trottola è quello di divertirsi in modo semplice osservando le evoluzioni che essa compie sul pavimento. In passato era invece usata per il gioco dell'elimina trottole il cui scopo era danneggiare e far fermare la trottola avversaria.

Storia

La trottola ha origini molto antiche, agli inizi veniva chiamata paleo. Essa risale ad ancor prima del Medioevo. In Italia si è diffusa nel dopoguerra. Dopo un periodo di disuso oggigiorno è tornata di moda e si stà rilanciando sul mercato con nuovi modelli e funzioni.