Shangai

Shangai
Il gioco dello Shanghai richiede un'altissima dose di pazienza, attenzione e delicatezza nei movimenti.Molto semplice nelle sue regole è un passatempo rilassante consigliato alle persone adulte e ai bambini al di sopra dei 6 anni di età.

Giocatori

Il numero consigliato di giocatori va dai tre ai cinque. Un numero maggiore potrebbe causare confusione nel gioco.

Strumenti

Si usano 41 bastoncini di legno che hanno dipinte delle strisci di vario colore per determinarne il valore di punteggio.Esiste anche una versione di Shanhgai che adotta dei bastoncini di plastica di diverso colore (gialli, rossi, verdi) per segnalare il valore di ogni bastoncino. Questa versione è più adatta ai bambini sotto i 12 anni.

Regole

Il gioco dello shanghai ha un procedimento molto semplice. Per prima cosa, un giocatore estratto a sorte, mischierà i vari bastoncini e li riunirà a mazzo con le punte a contatto con il tavolo. Successivamente li lascerà cadere in modo casuale; abbiamo così pronto il nostro schema di gioco.Il primo giocatore dovrà riuscire ad accaparrarsi il numero maggiore di bastoncini sfilandoli dal mucchio ottenuto alla distribuzione. Egli dovrà fare però molta attenzione a non muovere i bastoncini vicini a quello scelto,altrimenti sarà costretto a cedere il turno al giocatore successivo.Attenzione e mano ferma quindi per evitare di far cadere dalla pila gli altri bastoncini o muoverne alcuni.I bastoncini vanno raccolti con le mani ma è possibile aiutarsi con uno o più Shanghai per prendere quelli sul tavolo, facendoli rotolare o saltare in aria.Il gioco finisce quando tutti gli Shanghai sono stati raccolti dal tavolo.

Punteggio

Ogni bastoncino è contraddistinto da delle bande colorate che ne determinano il colore. La fascia di punteggio si suddivide in :- bastoncino a spirale: 20 punti-1 anello blu, 1 rosso, 1 giallo: 2 punti-1 anello blu e 1 rosso: 3 punti- 2 anelli blu e 3 rossi: 5 punti- 2 anelli blu e 1 rosso: 20 puntiAlla fine si procederà alla somma dei punti per determinare il vincitore.

Scopo

Lo scopo del gioco consiste nel raccogliere i bastoncini, uno alla volta, senza fare muovere o cadere quelli vicini. Chi ottiene, al termine della partita, più punti sommando il valore dei bastoncini raccolti vince la partita.

Storia

Il gioco ha forse origine in Cina negli anni 70. Già nel 1500 si faceva però in Francia un gioco analogo chiamato “Jonchets” Esistono alcune versioni modificate (con bastoncini di plastica e totalmente colorati) per renderlo più accessibile ai bambini.

Varianti del nome

Shanghai può essere anche chiamato Mikado o Gioco dei bastoncini o Vecchio giunco cinese a seconda delle tradizioni di ogni popolo.
/* regoledelgioco 336 x 280 */