Venetia obscura

Venetia Obscura - foto di djinas
[ foto di djinas ]
Venetia obscura è un gioco di ruolo fantasy ambientato appunto nella laguna di Venezia. I giocatori potranno scegliere di rappresentare diversi personaggi e divertirsi nell'ampia trama di gioco proposta.

Giocatori

Si gioca a squadre da un minimo di tre giocatori ciascuna.

Strumenti

Per giocare sono disponibili diverse cartine che possono essere acquistate o scaricate.

Regole

All'inizio del gioco si procederà con la scelta del personaggio. Si avranno a disposizione quattro tipologie di personaggio per ogni fazione, per un totale di 16 personaggi differenti per cui sarà possibile scegliere fra una varietà non indifferente di stili, caratteri, ideologie, forze fisiche o arcane che contraddistinguono ciascuno di essi. Le caratteristiche di base saranno determinate con un tiro di dadi, mentre le abilità verranno acquisite con l'esperienza. Si procede poi con la fase dei combattimenti. Sono disponibili più di 75 armi diverse che si diversificano in armi bianche, che vanno dai pugnali agli spadoni, dalle mazze alle alabarde e altre ancora, si accompagnano numerose armi da fuoco potenti e letali: si possono utilizzare pistole e fucili di precisione, in grado di colpire un bersaglio a grande distanza, oppure devastanti mitra pesanti, fucili a canne mozze, lanciafiamme e granate, capaci di ridurre a brandelli ogni avversario. Ma il gioco non è solo offesa: per difendersi dalle insidie nemiche, ci si può equipaggiare con coperture, la cui pesantezza varia a seconda della forza e del grado dei PG, e scudi di varia grandezza. Grazie ad essi, sarà possibile proteggere le diverse zone del corpo che possono essere colpite dal nemico. Il gioco si sviluppa seguendo diverse avventure che possono essere create, acquistate o scaricate e a seconda dell'obiettivo di ogni missione ci sarà una vittoria.
Venetia Obscura - foto di djinas

Scopo

Lo scopo del gioco è arrivare al raggiungimento dell'obiettivo della missione a cui si stà giocando.

Storia

Gli autori del gioco sono cinque giovani veneziani (Matteo Gambaro, Fabrizio Capigatti, Alvise Longega, Alberto Zandinella e Massimo Vallery), poi fondatori dell'Associazione culturale il Pentacolo con la quale hanno prodotto il gioco.