Advanced Heroquest

Advanced Heroquest
Advanced Heroquest è un gioco da tavolo collocato nell'ambientazione di warhammer fantasy. Oltre alla giocabilità strategica esso è particolare per la presenza di statuine e miniature acquistabili separatamente che lo rendono un hobby per collezionisti oltre che un semplici gioco.

Giocatori

Si gioca da un minimo di due giocatori ad un massimo di cinque.

Strumenti

Il gioco è composto da quattro mappe del tesoro da usare come scenario introduttivo del gioco, 36 segnalini colorati, 4 pezzi di amuleto anch'essi usati all'inizio del gioco, 40 sezioni dungeon in varie forme e dimensioni, 6 porte di plastica, 36 miniature particolareggiate di cui 4 rappresentanti gli eroi del gioco (Nano, Mago, Guerriero e Elfo), 12 Paggi e 20 Skaven, due dadi da 13 facce, tabellone di gioco e il manuale di istruzioni di gioco.

Regole

Le regole di questo gioco sono molto semplici ma avvincenti tanto che i giocatori si ritroveranno a vivere numerose avventure all'interno di un dungeon dal tabellone statico ma sempre diverso grazie ai vari componenti che caratterizzano il gioco. All'inizio dell'avventura i giocatori scelgono quale personaggio impersonare. Possono scegliere tra:
  • Il barbaro: forte combattente ma completamente inesperto di arti magiche
  • Il nano: abile nel combattere ed esperto nel disinnescare le trappole.
  • L’elfo: una via di mezzo tra un guerriero ed un mago.
  • Il mago: debole negli scontri fisici ma maestro nelle arti magiche.
Un altro giocatore dovrà necessariamente impersonare il ruolo di Morcar che ha il compito di conoscere e costruire la mappa del sotterraneo e mentre gli altri giocatori la esplorano, gestisce i mostri che la popolano. Ogni personaggio o mostro scelto possiede dei valori di attacco e difesa (che indicano il numero di dadi da tirare in caso di scontro), movimento (che indica il numero di dadi da tirare per muovere gli eroi ed il numero di caselle di spostamento per i mostri) ed i punti corpo e mente (le ferite che i personaggi o i mostri possono subire prima di morire). La magia è gestita in maniera semplice ma efficace. Gli incantesimi degli eroi sono di natura elementare (fuoco, acqua, aria e terra). I personaggi che sono dotati di poteri magici scelgono un elemento all’inizio della partita e prendono il corrispettivo mazzo di carte. Queste contengono tutti gli incantesimi che possono essere utilizzati non più di una volta per partita. Nella sua semplicità il gioco permette infinite combinazioni di missioni, mettendo davanti agli eroi avventure e sfide sempre nuove, alcune dettate dalle numerose espansioni, altre che possono essere costruite direttamente dal giocatore che interpreta Morcar. Vince il gioco chi riuscirà a terminare l'avventura sconfiggendo mostri ed eserciti nemici. Il gioco è comunque molto longevo per la presenza di varie missioni da compiere e la presenza di sfide sempre nuove.

Punteggio

Il punteggio serve solo negli scontri diretti tra personaggi dove, in base ai punteggi di attacco e difesa, si determinerà il vincitore della battaglia.

Scopo

Lo scopo del gioco è esplorare vari mondi sconfiggendo i mostri nemici e gli eserciti che si sovrappongono tra voi e la vittoria finale.

Storia

Il gioco è stato ideato e pubblicato nel 1989 dalla collaborazione tra le case editrici MB e Games Workshop. Il regolamento è stato invece scritto ed ideato da Stephen Baker giornalista ed economista della MB. Il gioco ha riscosso da subito un enorme successo in tutto il mondo anche se ai nostri giorni è abbastanza difficile da reperire.